MULINO VAL D’ORCIA

Immagina un chicco di grano che hai sistemato con cura, al calduccio, 2 o 3 centimetri sotto terra ed intorno a lui milioni di altri chicchi. Immagina di vederlo spuntare, crescere e diventare una spiga alta e dorata. Adesso immagina di raccoglierla con le tue mani e di portarla al mulino di un antico castello. Continua ad immaginare di versare il grano appena mietuto nella macina e guarda le pietre che cominciano a muoversi lentamente finché la farina scivola fuori dal buratto, come una volta. Immagina adesso di unire quella farina all’acqua di una sorgente di montagna e osserva quest’impasto scorrere senza fretta attraverso la trafila in bronzo. Ora raccogli la pasta e sistemala con cura ad essiccare lentamente ed a basse temperature, come vuole la tradizione.

Non serve immaginare, questa è la realtà del Mulino Val d’Orcia in cui si tramandano di generazione in generazione le tecniche e le tradizioni più antiche e genuine.